Alpi Borghi Montagna Valle D'Aosta

Fontainemore, un borgo fermo nel tempo

Fontainemore

Siete mai stati in uno di quei posti dove il silenzio e la natura fanno da padroni? Uno di quelli che sembrano usciti da un libro di fiabe. Ecco, il borgo di Fontainemore appartiene proprio a questa categoria. L’idea per questa sosta mi è nata cercando su internet quali fossero i più bei borghi della Valle D’Aosta. Chiara vi ha già parlato del bellissimo Borgo di Bard, che sorge ai piedi del forte omonimo. Durante le mie ricerche sono incappato in Fontainemore, e le foto che ho trovato mi hanno convinto ad andarci.

Come raggiungere Fontainemore

Potevamo non approfittare del fatto che l’ultima giornata valdostana fosse anche la più bella? Cielo azzurro, sole e temperatura primaverile. Un sogno. Inoltre Fontainemore è situato proprio sulla strada per andare a Gressoney, dove si trova il bellissimo Castello Savoia. Quindi abbiamo preso due piccioni con una fava, come si suol dire. Sì, ma come ci si arriva? Lo so, adesso ve lo dico.

Fontainemore

E anche guardando indietro la vista non è per niente male…

***

Raggiungere Fontainemore è davvero semplice: è sufficiente uscire dall’autostrada a Point-Saint-Martin e seguire le indicazioni per la Valle di Gressoney. Il piccolo borgo è semplicemente sulla strada, impossibile non notare la bellissima vista della prima foto che ho messo.

Il bello di Fontainemore (760 metri) è che sorge su entrambi i lati del fiume Lys, con un bellissimo ponte medievale che collega una parte all’altra. Il borgo è davvero piccolo, e quando ci siamo passati noi anche deserto. Del resto non ci sono attrazioni se non la bellezza del luogo in sé, ma sono sicuro che d’estate sia molto più popolato.

Fontainemore

Il ponte di Fontainemore.

***

Le abitazioni Walser

Nella Valle di Gressoney, come in altre valli valdostane o piemontesi, sono presenti antiche abitazioni Walser. Fino all’anno scorso io stesso non avevo mai sentito il termine Walser. È una parola che deriva da Walliser, che era l’abitante del Wallis, un termine tedesco che indica la parte superiore della Valle del Rodano; valle che nell’immaginario alpino era considerata quella per eccellenza. Le case Walser sono molto particolari: personalmente a me non piacciono granché, ma riconosco che hanno il loro fascino. Ecco un esempio di edifici Walser a Fontainemore:

Abitazioni Walser a Fontainemore

Ma il mio borgo dei sogni riserva più di un angolo che vale la pena vedere. Non c’è solo il magnifico ponte che fa da simbolo al paesino, e nemmeno la bellissima Chiesa con le montagne sullo sfondo. No, girare per Fontainemore vi regalerà tanti altri scorci da fotografare, come ogni borgo d’Italia che si rispetti.Fontainemore

Fontainemore

Fontainemore

Fontainemore

Il borgo dei gatti

Una cosa che ha fatto impazzire Chiara (assai prevedibile) è l’altissima densità di felini che abbiamo trovato a Fontainemore. Gatti ovunque. Gatti per i vicoli, gatti sulla sponda del torrente, gatti nascosti tra le piante… Uno siamo anche riusciti ad accarezzarlo. Era pulito e coccoloso, e voleva pure seguirci nelle nostre esplorazioni. Ma Chiara gliel’ha giustamente impedito, temendo che se ci avesse seguito si sarebbe perso. Magari un borgo a noi sembra un luogo piccolo, ma per loro è già una metropoli!

Un altro posto pieno di gatti visitato durante i nostri viaggi è Creta.

Gatto a Fontainemore

E allora, vi è piaciuto il racconto di questo piccolo ma bellissimo borgo? Io una casetta a Fontainemore me la farei costruire più che volentieri. E voi? Fateci sapere!

14 Comments

  • Reply
    Lucrezia & Stefano - in World's Shoes
    marzo 6, 2016 at 1:08 pm

    Allora volete proprio farci impazzire? Questo borgo è bellissimo! Le foto sono bellissime e sembra un luogo di incredibile pace , dove passare, con il naso all’insù, una giornata al sole. Davvero bellissimo il vostro viaggio ragazzi! 🙂

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:46 am

      Ma grazie! Purtroppo ci manca solo una tappa da raccontare… grazie per averci seguito fin qui! )

  • Reply
    L'OrsaNelCarro
    marzo 6, 2016 at 1:32 pm

    Che bella questa cosa che vi alternate nei racconti di viaggio!
    Capisco perfettamente Chiara, sarei impazzita anch’io nel borgo dei gatti!
    Che belle architetture che si trovano in Valle D’Aosta, gli avete reso onore con le vostre foto!
    Ciao e buona domenica ragazzi!
    Daniela

    Ps: ma gli abitanti?!

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:48 am

      Ci piace dividerci i compiti 😀
      I borghi e i paesini valdostani sono bellissimi, assicurato. Gli abitanti si contavano sulle dita di una mano monca, ma del resto era un venerdì mattina di febbraio verso le 11, ci sta che fossero nascosti 😀
      Grazie per essere passata (e per i complimenti), Daniela! 🙂

  • Reply
    Diletta - Sempre in Partenza
    marzo 6, 2016 at 2:42 pm

    Carinissimo questo borgo, grazie per il racconto!
    E splendide foto 🙂

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:48 am

      Grazie a te, Diletta!
      Alla prossima 😉

  • Reply
    SimonePols
    marzo 6, 2016 at 10:54 pm

    Dalle foto direi gran bella giornata anche ragazzi, questo borgo non lo conoscevo! L’incantevole borgo dei gatti d’ora in poi 🙂

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:49 am

      Solo quel giorno abbiamo visto bene il sole, ovvero il giorno che ci toccava tornare a casa. Comunque sì, Fontainemore merita! 🙂

  • Reply
    Elisa
    marzo 6, 2016 at 11:30 pm

    I borghi regalano sempre scorci sorprendenti, basta non fermarsi all’inizio pensando di aver visto già tutto, ma girare l’angolo come avete fatto voi! 🙂

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:50 am

      Esatto, Elisa. I borghi vanno esplorati con calma, da cima a fondo. Grazie per essere passata 🙂

  • Reply
    Elisa
    marzo 7, 2016 at 7:58 am

    Bello il racconto di questo borgo. Dev’essere veramente delizioso, come del resto anche gli altri di cui avete parlato.
    Belle le foto che avete scattato! 🙂

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 7, 2016 at 8:51 am

      Grazie, sono contento che vi piacciano tanto le foto! 🙂 Assicuriamo che Fontainemore è davvero delizioso!

  • Reply
    Pietrolley
    marzo 9, 2016 at 8:55 am

    Carinissimo questo borgo. Concordo con te, una casetta qui non sarebbe male. Le case walser le ho viste in Valsesia, dall’esterno mi hanno colpito!
    Belle foto, avete fatto un’ottima scelta ???? mi sto immaginando Chiara che spiega al gatto che non deve seguirvi ????????

    • Reply
      Marco Tamborrino
      marzo 9, 2016 at 10:59 am

      Esatto, anche io le avevo viste in Valsesia! Grazie mille per i complimenti 🙂

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: