Borghi Gita di 1 giorno Italia Umbria

Spello e le infiorate: cosa vedere in un giorno

Spello e l'infiorata

Una delle cittadine più fotografate dell’intera Umbria è senza dubbio Spello. Noi ci siamo stati qualche giorno fa, curiosi di scoprire la bellezza dei suoi vicoli. Nonostante il cielo grigio, Spello ci è piaciuta un sacco. Celebre per le infiorate del Corpus Domini, questo paesino riserva più di una sorpresa. Ve ne parliamo in questo articolo.

Spello: cosa vedere in un giorno

Per visitare Spello non occorre più di qualche ora. Certo, le salite potrebbero mettervi a dura prova, ma la città è davvero piccola e non ci sarà alcun bisogno di correre. Anzi, magari tra una salita e l’altra vi fermate a bere un calice di vino rosso. Naturalmente il bere va sempre accompagnato al cibo… e cosa c’è di meglio di un tagliere di prodotti tipici? In ogni caso Spello vanta alcuni importanti monumenti. Ecco cosa vedere in un giorno.

Spello in un giorno

Chiesa di Santa Maria Maggiore

La Chiesa di Santa Maria Maggiore conserva un piccolo gioiello. Si tratta della Cappella Baglioni, con il pavimento maiolicato di Deruta e alcuni affreschi del Pinturicchio. Questi affreschi sono anche considerati tra le migliori produzioni dell’artista. Per gli amanti dell’arte è una tappa obbligata!

Attualmente la cappella è visitabile dietro il pagamento di un biglietto, i cui proventi finanzieranno la ricostruzione in Umbria post terremoto.

Chiesa di Santa Maria Maggiore, Spello

Porta Venere e le Torri di Properzio

Forse lo scorcio più scenografico di tutta Spello. Porta Venere è senza dubbio la più imponente delle porte di accesso alla città. Complici anche le Torri di Properzio, due costruzioni a base dodecagonale che meritano più di uno scatto. Quando ci siamo passati noi il cielo minacciava pioggia. Giusto un pochino, eh. Per fortuna però siamo riusciti a fare le foto di rito senza bagnarci!

>Stai pensando di alloggiare nei dintorni? Guarda qui le offerte di hotel e agriturismi

Porta Venere e le Torri di Properzio

Le infiorate di Spello

Un evento che si tiene ogni anno tra maggio e giugno è valso a Spello l’appellativo di capitale dei fiori. Si tratta delle infiorate del Corpus Domini, che mettono insieme arte e fiori. In questo periodo le strade della città si trasformano in uno spettacolare tappeto di fiori lungo fino 1,5 km. Le vie del centro si riempiono di quadri di arte sacra composti da petali di fiori… e volendo si può anche diventare infioratori per un giorno!

A noi piacerebbe tanto tornare in questo periodo e ammirare lo spettacolo unico dell’infiorata. Nel frattempo ci godiamo i vicoli di Spello, invasi da fiori di ogni tipo.

Le infiorate 2017 saranno il 17 e il 18 giugno. Qui potete prenotare fin da ora la vostra visita guidata ai tappeti floreali. In alternativa consultate il sito ufficiale per il programma dettagliato della manifestazione.

Infiorata di Spello

Il microbirrificio Diecinove

Di vino vi abbiamo già parlato, e di posti dove assaggiarne ce ne sono veramente tanti. Ma la birra? Ebbene sì, a Spello c’è anche dell’ottima birra! Vi portiamo al microbirrificio Diecinove, un posto da vedere e da vivere. Ma perché Diecinove? Il nome deriva da un noto brigante attivo sui Monti Lepini, celebre per perseguire i propri ideali tramite metodi poco convenzionali.

Un po’ come i giovani proprietari del birrificio, che hanno deciso di produrre birre dal sapore antico, perduto. Si tratta di 3 birre molto particolari e fruttate. Potete trovare la birra miele e fichi, la birra ai fiori di sambuco e la birra alla carruba. Noi abbiamo provato la prima e l’ultima: entrambe favolose! Potete gustarle accompagnate da un ottimo tagliere di salumi e formaggi locali, più qualche bruschetta. E sui formaggi potete provare la birra spalmabile! Super consigliato.

Birrificio Diecinove


Spello è una cittadina incantevole a soli 30 km da Perugia, praticamente attaccata ad Assisi. Volendo potreste anche visitare l’incantevole Lizori, un borgo completamente ricostruito negli anni ’70.

Sistema Museo si occupa dell’apertura degli spazi museali e culturali della città. La Pinacoteca Civica è aperta tutto l’anno, mentre da settembre ad aprile, nel fine settimana e nei giorni festivi, gli spazi visitabili si ampliano con: Villa Romana, Palazzo Comunale, Fondo Antico della Biblioteca Comunale, Museo Emilio Greco, Torri di Properzio e Porta Venere. Per le visite guidate il costo del biglietto singolo è di 5€, acquistabile presso l’infopoint.

Ogni domenica e festivi, alle ore 11.30, si tengono le visite guidate Spello di vicolo in vicolo. Informazioni dettagliate su orari e visite qui.

Cosa vedere a Spello


Siete mai stati a Spello? Vi è piaciuta?
Fatecelo sapere con un commento!

14 Comments

  • Reply
    Celeste - *BeRightBack
    maggio 16, 2017 at 9:24 am

    A Spello sono stata di recente, se non sbaglio a febbraio. Trovammo una giornata bellissima, quasi primaverile, e non c’era praticamente nessun’altro tranne noi. L’ideale! Mi è piaciuta tantissimo, anche senza cibo 😉

    • Reply
      Marco Tamborrino
      maggio 17, 2017 at 11:21 am

      Lo dico sempre anche io che Febbraio è un ottimo mese per viaggiare! Anche noi in Valtellina abbiamo fatto 3 giorni di sole fantastico… la primavera è orribile, invece ahah 😀 Il cibo però è fondamentale, Celeste! Credi a me 😉

      • Reply
        Celeste - *BeRightBack
        maggio 19, 2017 at 12:16 pm

        Ahahaha lo so lo so, ma io abito al confine con l’Umbria ed ho la fortuna di poter “usufruire” del loro cibo un po’ quando voglio, mi ritengo moooolto fortunata da questo punto di vista 😀

        • Reply
          Marco Tamborrino
          maggio 22, 2017 at 11:23 am

          Super fortunata, allora! Come me che quando vado da Chiara mi do a magnate colossali di ciccia 😀

  • Reply
    L'OrsaNelCarro Travel Blog
    maggio 16, 2017 at 11:52 am

    Si si si Spello è meravigliosa ma…la birra spalmabile? *_* E le birre al miele e fichi, addirittura alla carruba? Sono curiosissima chissà che aromi! E quel tagliere O_O
    Perdonatemi se insisto sul cibo ma ho avuto l’imprudente idea di leggervi a mezzogiorno ^_^
    Comunque sempre foto meravigliose Marco! 😉

    • Reply
      Marco Tamborrino
      maggio 17, 2017 at 11:23 am

      No, Orsa, ti capisco… io quando riguardo quel tagliere ho sempre fame. E poi la degustazione l’abbiamo fatta alle 5 del pomeriggio… eravamo in piena contemplazione! Birre fantastiche e cibo ancora di più… birra spalmabile uber alles 😀

  • Reply
    Silvia - The Food Traveler
    maggio 16, 2017 at 12:19 pm

    La birra spalmabile? Se lo dico al mio compagno mi fa partire per Spello immediatamente, senza nemmeno passare a casa a prendere due cose da mettere in valigia 😉
    Bellissimi anche i vicoli, comunque. Mi piace molto il fatto che riesci sempre a fotografare le strade quando non c’è nessuno, cosa per la quale non ho mai pazienza…

    • Reply
      Marco Tamborrino
      maggio 17, 2017 at 11:24 am

      Questa birra spalmabile sta conquistando parecchi cuori! Comunque, Silvia, sul sito del Birrificio è possibile ordinare le birre, ma se gli scrivi una mail chiedendo la birra spalmabile sono sicuro che ti mandino anche quella! A noi avevano detto che non potevano darcela perché era finita e quella nuova arrivava 2 giorni dopo, ma se volevamo ce la spedivano a casa! Tentar non nuoce 🙂 P.s. in attesa che i vicoli si svuotano tiro giù il calendario dei santi, solitamente…

      • Reply
        Silvia - The Food Traveler
        maggio 17, 2017 at 4:30 pm

        Ah allora se si può ordinare online non posso perdermela! E poi inizierò a rotolare…
        Io invece non ho pazienza: aspetto tipo due minuti che la gente se ne vada e poi rinuncio!

  • Reply
    Blueberry Stories
    maggio 16, 2017 at 4:29 pm

    Uno dei miei borghi preferiti, in cui tornerei mille volte. Bellissima la foto con la macchinina azzurra: molto vintage, sembra quasi il set di un film!

    • Reply
      Marco Tamborrino
      maggio 17, 2017 at 11:29 am

      Ho notato che la macchinina azzurra gira sempre per Spello! è in un sacco di foto… grazie per essere passata, Ilenia 🙂

  • Reply
    Gipsy
    maggio 17, 2017 at 9:32 am

    eh niente il centro dell’Italia è tanta tanta roba!

    • Reply
      Marco Tamborrino
      maggio 17, 2017 at 11:47 am

      È senza dubbio una zona bellissima (:

      • Reply
        Gipsy
        maggio 17, 2017 at 11:51 am

        sì molto, ma del resto l’Italia è bellissima tutta!

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: