Austria Viaggi all'estero Vienna

Vienna, cosa vedere in 2 giorni nella capitale d’Austria

Vienna è come il carillon da cui si sprigiona una dolce melodia. La sua bellezza ed eleganza senza tempo ti fanno sentire nella città perfetta. Due giorni non bastano per scoprirla tutta, ma sono un assaggio della sua ricchezza: dal Belvedere al castello di Schönbrunn, dal Prater alle case di Hundertwasser. Il colpo di fulmine è dietro l’angolo…

Cosa vedere in 2 giorni a Vienna: itinerario

Potremmo elencare un milione di buoni motivi per visitare Vienna: la dolcezza della Sacher, i café fumosi, il mito della principessa Sissi, la musica di Mozart, l’acume di Freud, la bontà della Schnitzel, l’arte di Klimt e Schiele, i semafori gay-friendly, i mercatini di Natale…

Se ami le capitali europee, questa entrerà di diritto tra le tue preferite. Trovare voli a ottimi prezzi e alloggi economici a Vienna non è impossibile. Per il nostro soggiorno abbiamo scelto l’Austria Trend Hotel Lassalle, posizione comoda e incredibile rapporto qualità prezzo.

VIenna in 2 giorni

In questa guida scoprirai i nostri consigli su cosa vedere a Vienna in 2 giorni, anche se l’ideale sarebbe averne a disposizione almeno tre o quattro. Prova a seguire il nostro itinerario e batti il record di 25 km percorsi a piedi in un giorno! Te la senti?

Schönbrunn, Vienna

Giorno 1: Dal Belvedere al Prater

Arriviamo a Vienna nel cuore della notte: qualche ora di sonno e siamo pronti per cominciare la nostra esplorazione di buon mattino. Per far scorta di energia serve una colazione deliziosa, nel nostro caso Apflestrudel (strudel di mele) e Wiener Melange (simile al cappuccino) da Art Corner.

Il Belvedere Superiore e il Bacio di Klimt

Il nostro itinerario a Vienna parte da uno dei suoi palazzi più belli: il Castello del Belvedere. Questa residenza, fatta costruire dal principe Eugenio di Savoia nel XVIII secolo, è uno dei gioielli del barocco austriaco.

Il complesso è formato da due edifici contrapposti, separati da incantevoli giardini alla francese e fontane: il Belvedere superiore (Oberes Belvedere) e quello inferiore (Unteres Belvedere).

Belvedere, Vienna
Belvedere, Vienna

Tappa obbligatoria per gli amanti di Klimt, il Belvedere Superiore ospita la Österreichische Galerie, un’incredibile collezione d’arte che va dal Medioevo al XX secolo. Nel cuore di questo palazzo di fiaba si trova una delle tele più famose al mondo: Il bacio di Gustav Klimt.

Non farti innervosire dai turisti in posa: prenditi qualche minuto per ammirare in silenzio questo dorato capolavoro, attorniato da altre opere del celebre artista austriaco, come la Giuditta.

Klimt, bacio

Non solo Klimt: il Belvedere custodisce alcuni dei più bei quadri di Egon Schiele, uno dei maggiori esponenti dell’Espressionismo austriaco. Impossibile restare indifferenti di fronte alla potenza del tratto di opere come L’abbraccio e La famiglia.

Egon Schiele

Per quanto riguarda il Belvedere inferiore, il palazzo ospita mostre temporanee nell’Orangerie, una collezione di arte medievale nelle ex scuderie e sfarzose sale di rappresentanza come la Sala d’Oro. Per mancanza di tempo, abbiamo deciso di non visitarlo (serve un biglietto a parte).

Belvedere Superiore: orari e prezzi
  • Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, il venerdì fino alle 21.00
  • Biglietto intero € 16, ridotto fino a 26 anni € 13,50
  • Biglietto combinato con Belvedere inferiore da € 22
  • Sito web

Castello del Belvedere

Hundertwasserhaus: case da cartolina

Ci lasciamo alle spalle il Belvedere per andare alla scoperta di uno degli angoli più colorati e pittoreschi di Vienna. Stiamo parlando delle Hundertwasserhaus, un complesso di case popolari progettate dall’architetto Hundertwasser.

Hundertwasserhaus, Vienna
Hundertwasserhaus, Vienna

Dipinti a tinte vivaci, con inserti di ceramiche, balconi e giardini pensili, questi 50 appartamenti sono una testimonianza della visione ecologista del loro architetto. Chi volesse approfondire può visitare la Kunst Haus Wien, che dietro la suggestiva facciata bicolore ospita un museo dedicato a Hundertwasser.

Kunst Haus Wien

Il quartiere di Spittelberg

Per pranzo ci dirigiamo verso Spittelberg, un romantico quartiere nel centro di Vienna, a pochi passi dal MuseumsQuartier. Nell’incatevole giardino del Glacis Beisl affondiamo i denti in una Wiener Schnitzel per ricaricare le energie e proseguire la nostra esplorazione.

Passeggiare per Spittelberg è come essere catapultati in un piccolo villaggio: un intrico di viuzze acciottolate sulle quali si affacciano eleganti case in stile Biedermeier, café e botteghe artigianali. Semplicemente adorabile.

Spittelberg
Spittelberg

Il centro di Vienna: Innere Stadt e Burgring

È arrivato il momento di inoltrarci nel cuore pulsante di Vienna: l’Innere Stadt. Qui si trovano alcuni dei monumenti più celebri della capitale austriaca, come la Cattedrale di Santo Stefano, i negozi alla moda e i café più rinomati in città.

l'Innere Stadt, Vienna

La maestosità e la raffinatezza degli edifici lasciano senza parole: si respira un’eleganza immortale, rafforzata dal candore accecante dei palazzi e dalle loro dimensioni esagerate.

Una visita dello Stephansdom è d’obbligo: stranamente, è una delle poche cattedrali d’Europa dove si può entrare senza biglietto. Lascia vagare lo sguardo verso le altezze vertiginose della struttura gotica, poi sali sulle torri per una vista mozzafiato del centro di Vienna.

Cattedrale di Santo Stefano, Vienna
Cattedrale di Santo Stefano, Vienna

Con i suoi 137 m, la torre sud della cattedrale di Santo Stefano è una delle più alte al mondo ed è conosciuta con il nome di Steffl. Le inconfondibili piastrelle colorate che ricoprono il tetto della chiesa formano lo stemma dell’aquila bicefala degli Asburgo e gli stemmi della città di Vienna e dell’Austria.

Cattedrale di Santo Stefano: orari e prezzi
  • Aperta da lunedì a sabato, 06.00-22.00, domenica e festivi dalle 06.00-22.00
  • L’ingresso alla cattedrale è gratuito, tranne alcune aree a pagamento. Il biglietto per salire sulla torre sud costa € 5
  • Sito web

Cattedrale di Santo Stefano, Vienna
Innere Stadt, Vienna

Dall’Innere Stadt ci dirigiamo verso il Burgring, il quartiere ad anello che abbraccia il centro storico. Nel giro di pochi passi si incontrano alcuni degli edifici più importanti di Vienna:

  • l’Hofburg, la residenza degli Asburgo nel cuore della città;
  • il Kunsthistorisches Museum, uno dei più importanti musei di Vienna e tra i più antichi al mondo;
  • la Wiener Staatsoper, l’immortale Opera di Vienna;
  • il museo dell’Albertina, famoso per le sue mostre di altissimo livello;
  • l’Hotel Sacher, dov’è nata (e si continua a mangiare) l’omonima torta.

Hofburg
Hotel Sacher

Ciascuno di questi luoghi – e la lista non è esaustiva – merita una visita a sé. Certamente due giorni non bastano per trovare posto a tutto nell’itinerario: come noi, sarai costretta/o a qualche sacrificio.

Prater: il parco divertimenti di Vienna

Concludiamo il primo giorno a Vienna con una passeggiata serale nel parco divertimenti del Prater. Tra luci, colori, urla di paura e profumo di hot dog, l’atmosfera è allegra e surreale insieme. Simbolo del luna park è la ruota panoramica Riesenrad, costruita nel 1897 e alta quasi 65 m.

L’ingresso al Prater è gratuito, i singoli giochi a pagamento. All’interno si trovano anche molti chioschi e ristorantini per rifollarsi tra un salto nel vuoto e l’altro.

Prater, Vienna
Prater, Vienna

Giorno 2: Dal castello di Schönbrunn alla Biblioteca Nazionale Austriaca

Dopo i tanti km macinati a piedi il primo giorno, anche oggi ci aspettano tappe importanti. Per rendere più semplici gli spostamenti e il rientro in aeroporto, lasciamo gli zaini al deposito bagagli della stazione di Vienna Mitte (da 2 a 6€ per 24h).

Il castello di Schönbrunn e i suoi giardini

Dedichiamo questo secondo giorno al castello di Schönbrunn, conosciuto come la Versailles d’Austria. La reggia degli Asburgo visse il suo periodo d’oro sotto il regno di Maria Teresa e di Francesco Giuseppe, il famoso Franz amato dalla Principessa Sissi.

Una visita completa del palazzo e dei suoi stupendi giardini richiederebbe più di una giornata: chi ha poco tempo a disposizione potrà scegliere un tour breve del palazzo con la formula Imperial Tour (22 sale).

Castello di Schönbrunn
Castello di Schönbrunn

Passeggiando nei giardini di Schönbrunn ci si sente trasportati indietro nel tempo, a un’epoca di sfarzo e di corse in carrozza. Tra aiuole fiorite e fontane si sale su per la collina fino al tempietto della Gloriette, oggi trasformato in café: difficile resistere alla tentazione di un aperitivo con vista.

Da non perdere anche il labirinto dell’Irrgarten, dove mettere alla prova il tuo senso dell’orientamento, e la Palmenhaus, la più grande serra di piante tropicali in Europa. Le famiglie con bambini ameranno soprattutto il Tiegarten, lo zoo più antico del mondo proprio nella tenuta di Schönbrunn.

Castello di Schönbrunn, Gloriette
Palmenhaus

Castello di Schönbrunn: orari e prezzi
  • Aperto tutti i giorni, consulta gli orari aggiornati
  • Biglietti da € 16 a € 52 a seconda del pacchetto scelto
  • L’ingresso ai giardini è gratuito.

Castello di Schönbrunn

MuseumsQuartier

Dopo mezza giornata trascorsa a Schönbrunn, torniamo verso il centro di Vienna per un ultimo saluto. Per pranzo facciamo una sosta al Café Leopold, nella bellissima cornice del MuseumsQuartier.

Qui si trovano alcuni dei musei più interessanti di Vienna, come il Leopold Museum, con una grande collezione di opere di Schiele, e il MUMOK, uno dei più interessanti musei di arte contemporanea in Europa. Ho avuto modo di visitarli in un viaggio precedente e te ne parlo qui.

MuseumsQuartier, Vienna
MuseumsQuartier, Mumok

Österreichische Nationalbibliothek, la Biblioteca Nazionale Austriaca

La nostra ultima tappa a Vienna è il paradiso di ogni lettore. Sto parlando della Österreichische Nationalbibliothek, la più bella biblioteca che abbia mai visitato (e che si dice abbia ispirato quella della Bella e la Bestia).

Al suo cuore si trova la Prunksaal, “Sala Magnifica”, un’incredibile galleria decorata da affreschi, stucchi e statue, sulla quale incombono altissimi scaffali di libri. Nata come biblioteca di corte, oggi la Österreichische Nationalbibliothek ospita 3,8 milioni di libri e tesori dal valore inestimabile, come antichi manoscritti e carte geografiche.

Österreichische Nationalbibliothek: orari e prezzi
  • Aperto tutti i giorni, dalle 10.00 alle 18.00 (chiuso il lunedì da ottobre a maggio)
  • Biglietto intero € 8
  • Sito web

Biblioteca Nazionale Austriaca
Biblioteca Nazionale Austriaca

Dover salutare Vienna riempie di malinconia, ma sappiamo che non sarà l’ultima volta. Come le sirene per Ulisse, questa città continua a chiamarci a sé con il suo canto…


Dove dormire a Vienna spendendo poco

Trovare un hotel comodo ed economico a Vienna non è semplice, ma crediamo di essere riusciti nell’impresa. Con soli € 142 per due notti abbiamo soggiornato all’Austria Trend Hotel Lassalle, un quattro stelle a pochi minuti dal centro con i mezzi pubblici.


Dove mangiare a Vienna

Dove mangiare la Schnitzel a Vienna, dove la Sacher? Orientarsi nel panorama gastronomico austriaco non è semplice, complici i menù spesso in tedesco e i prezzi salati. Per non sbagliare, ecco qualche indirizzo che abbiamo provato durante il nostro viaggio.

Dove mangiare a Vienna

Glacis Beils, Breite Gasse 4

Questo neo-bistrot offre cucina tipica austriaca a pochi passi dal quartiere di Spittelberg. Nella bella stagione, il cortile all’aperto è un luogo incantevole dove trascorrere ore in compagnia di Schnitzel e birra sotto tralci di vite.

Glacis Beisl, Vienna
Schnitzel

Demel, Kohlmarkt 14

La Sacher di questo café, fondato nel 1786, rivaleggia con quella dell’Hotel Sacher, dov’è nata la celebre torta… i viennesi non hanno ancora deciso quale sia la più buona.

Café Leopold, Museumsplatz 1

Il café del Leopold Museum serve piatti freschi ispirati alla cucina fusion, come sushi e poke bowl, immerso nell’atmosfera allegra e vivace del MuseumsQuartier.

Leopold Museum, Vienna


Come muoversi a Vienna con i mezzi pubblici

La rete di trasporti pubblici a Vienna è molto estesa e permette spostamenti veloci da un punto all’altro della città in metropolitana (5 linee: U1, U2, U3, U4, U6), metro di superficie (S-Bahn), autobus e tram.

Il biglietto per una corsa singola costa 2,40€, ma gli abbonamenti giornalieri o settimanali sono più convenienti:

  • 24 ore, € 8,00
  • 48 ore, € 14,10
  • 72 ore, € 17,10
  • Biglietto settimanale (valida solo dal lunedì al lunedì alle ore 9.00), € 17,10.

Leggi anche: Vienna low cost, come risparmiare

Come muoversi a Vienna, carrozze


Vienna City Card: cos’è e come funziona

La Vienna City Card è un pass turistico che comprende utilizzo illimitato di metro, autobus e tram e sconti su più di 210 ingressi a musei e attrazioni. Le riduzioni si aggirano tra € 1,50 e € 3,00 per biglietto, a seconda delle convenzioni.

In base della durata del viaggio, si possono scegliere diverse opzioni:

  • 24 ore, € 17,00
  • 48 ore, € 25,00
  • 72 ore, € 29,00

È anche possibile completare l’offerta della Vienna City Card con due servizi opzionali: transfer da e per l’aeroporto e bus Hop-On-Hop-Off per 24 ore.

Prater, Vienna


Come raggiungere Vienna dall’aeroporto

L’aeroporto di Vienna-Schwechat si trova a circa 16 km dal centro della città. Sono tre i collegamenti principali, con diverse fasce di prezzo:

  • Linea 7 della S-Bahn da e per Wien Pratersen e Wien Mitte, € 4,20 a tratta, 25-30 min
  • City Airport Train dalla stazione ferroviaria di Wien Mitte, € 12,00 solo andata, € 21,00 a/r, 16 min
  • Treni ÖBB Railjet da e per Wien Meidling e Stazione centrale di Vienna, € 4,20 a tratta, 25-30 min

Una corsa in taxi dall’aeroporto al centro di Vienna e viceversa può costare da € 30 a € 45.

Gloriette, Vienna


Eccoci arrivati alla fine della nostra guida su cosa vedere Vienna in 2 giorni. Hai in programma un viaggio in questa città? Oppure l’hai già visitata? Lascia un commento!

Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla newsletter per aggiornamenti su viaggi, anteprime e codici sconto 🙂



9 Commenti

  • Rispondi
    Destinazione Irlanda & Uk - Ilaria Fenato
    Luglio 19, 2019 at 5:41 pm

    Ho fatto praticamente lo stesso identico giro ma devo dire che a dicembre c’erano altri colori. Avrete sofferto il caldo ma le foto ne giovano parecchio! E’ proprio vero che bsiogna vedere ogni luogo almeno in due diverse stagioni <3 Comunque Vienna mi ha rapito il cuore, l'ho trovata bellissima e vivibile; alla faccia di chi mi aveva detto che era una città per vecchi :O

    • Rispondi
      Marco Tamborrino
      Luglio 28, 2019 at 7:45 pm

      Per vecchi? Ma è una città giovanissima! Forse una volta (ho letto tanti scrittori che la definivano così, nel ‘900), ma adesso è proprio moderna, giovane e colorata (:

  • Rispondi
    Beb
    Luglio 25, 2019 at 8:47 pm

    Io sto organizzando un viaggio e i vostri consigli sono stati utilissimi!!

    • Rispondi
      Marco Tamborrino
      Luglio 28, 2019 at 5:21 pm

      Grazie mille, Beatrice!
      Allora buon viaggio… Vienna ti piacerà un sacco 🙂

    • Rispondi
      Fabrizio
      Luglio 31, 2019 at 5:56 pm

      Vale lo stesso anche per me, ottima guida 🙂

      • Rispondi
        Marco Tamborrino
        Agosto 2, 2019 at 10:50 am

        Grazie davvero, Fabrizio! 🙂

  • Rispondi
    Marta
    Agosto 2, 2019 at 11:20 am

    Ottima guida e itinerario decisamente fattibile 😉

    • Rispondi
      Marco Tamborrino
      Agosto 10, 2019 at 5:34 pm

      Grazie mille Marta (:

  • Rispondi
    Mauro
    Settembre 30, 2019 at 11:46 am

    Con un po’ di impegno si può vivere Vienna anche in due giorni, però fissando anche un’altra data sul calendario per tornarci il prima possibile 😉

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: